Grammatica Latina

Ablativo Assoluto

Come si costruisce e come si traduce l'ablativo assoluto.

L'ablativo assoluto è un particolare costrutto sintattico della lingua latina. Osserviamo il seguente esempio e proviamo a capire di cosa si tratta. 

Samnites, reparato bello, Q.Fabium Maximum vicerunt.

I Sannini, ripresa la guerra, sconfissero Quinto Fabio Massimo.

L'espressione evidenziata in grassetto, "reparato bello", è formata da un nome in ablativo singolare (bello), e un participio perfetto concordato (reparato).


Come si forma l'ablativo assoluto

L'ablativo assoluto è formato da un soggetto (nome o pronome) e un participio presente o perfetto, entrambi in ablativo, e quindi concordati tra di loro. Si chiama "assoluto" perché non ha alcun legame grammaticale con la frase reggente, dunque ha anche un soggetto diverso da essa. 

soggetto in ablativo + participio presente o perfetto in ablativo


L'ablativo assoluto equivale a subordinate con valore:

• concessivo

• temporale

• causale

• ipotetico


Se il participio è presente, esso esprime contemporaneità rispetto alla reggente e ha valore attivo. Se invece il participio è passato, esso esprime anteriorità e ha valore passivo.


• Participio presente:

Hoste appropinquante, oppidani magno metu perculsi sunt.

Avvicinandosi il nemico, i cittadini furono colti da grande timore.

Vediamo come il participio presente ha valore attivo ed esprime una contemporaneità d'azione: mentre il nemico si stava avvicinando, i cittadini avevano paura. Diversità dei soggetti: hoste è il soggetto di appropinquante, oppidani è il soggetto di perculsi sunt.


• Participio passato: 

Caesar, subacta Gallia, in Italiam rediit.

Cesare, sottomessa la Gallia, ritornò in Italia.

Il valore del participio passato è passivo: la Gallia è stata sottomessa, e l'azione descritta è passata rispetto alla reggente. Soggetti diversi: Gallia è il soggetto di subacta, Caesar è il soggetto di rediit.


Come si traduce l'ablativo assoluto

Il costrutto dell'ablativo assoluto può essere reso in italiano in modi diversi, a seconda del contesto. Inoltre, si può rendere:


• in forma implicita, con gerundio (presente o passato) o participio (presente o passato)

EsempioConvocato consilio

Participio passato: convocato il consiglio di guerra 

Gerundio passato: essendo stato convocato il consiglio di guerra


• in forma esplicita, quindi come subordinata temporale, causale, concessiva, ipotetica

Esempio. Convocato consilio

Temporale: dopo che fu convocato il consiglio di guerra

Causale: poiché fu convocato il consiglio di guerra

Concessiva: sebbene fosse stato convocato il consiglio si guerra

Ipotetica: se fosse stato convocato il consiglio di guerra


Ablativo assoluto nominale

Esiste una forma di ablativo assoluto detta "nominale", senza participio e formata da:


• due sostantivi

Caesare duce: sotto il comando di Cesare


• un sostantivo e un aggettivo

Diis invitis: (essendo) gli dèi contrari
 

In questi casi è sottinteso il verbo sum, che non ha il participio.