Versione "Il tiranno Ipparco" di Diogene Laerzio

Il tiranno Ipparco

Traduzione della Versione "Il tiranno Ipparco" di Diogene Laerzio

Traduzione Italiana

Ipparco, figlio di Pisistrato, essendo il più vecchio tra coloro che erano intorno a Pisistrato, era anche il più saggio degli Ateniesi. Questi portò per primo i poemi di Omero ad Atene, e rese obbligatorio che i rapsodi li cantassero nelle Panatenaiche. E mandò il comandante di cinquanta uomini Teo da Anacreonte, affinché mandasse lo stesso come quello. Portando Simonide di Ceo per merito, lo aveva sempre intorno a lui, persuadendolo con grandi doni e ricompense. Dunque lo stesso Ipparco intorno a coloro che erano colti aveva come obbligo la serietà: infatti nessuno era avido di saggezza, poiché era bello e giusto (Scholè 221).