Versione "Soli gli stupidi desiderano cose impossibili (II)," di Esopo

Soli gli stupidi desiderano cose impossibili (II),

Traduzione della Versione "Soli gli stupidi desiderano cose impossibili (II)," di Esopo

Traduzione Italiana

Invece la tartaruga si imbatte in una cornacchia e dice: <<dunque io sono in grado di nuotare e camminare sulla terraferma, ma non di  volare; insegnami dunque la tecnica>>.

La cornacchia risponde: <<tu sei folle, poiché desideri una cosa impossibile; non ricordi della fine infausta e della chiocciola e della triglia?>>
Allora la tartaruga insiste e dice: <<io ora non desidero imparare la tecnica, ma voglio provare il piacere del volare e ho bisogno di aiuto;
noi dunque siamo amici, e gli amici credono e compiacciono gli amici>>.
Allora la cornacchia infida dice: <<tu sei folle, poiché insisti anche..>>
E dunque prende la tartaruga e per prima cosa (la) solleva, dopodichè (la) lascia cadere;
dunque la tartaruga cade fra le pietre e si riduce in pezzi.