Versione "Muzio Scevola, Scholé, 13" di Plutarco

Muzio Scevola, Scholé, 13

Traduzione della Versione "Muzio Scevola, Scholé, 13" di Plutarco

Traduzione Italiana

Muzio era un uomo buono per ogni qualità, il più nobile nelle faccende di guerra;

volendo dunque uccidere Porsenna, fece ingresso nell’accampamento, indossando una veste etrusca e servendosi di una voce simile.
Dunque girando intorno alla tribuna del re che era seduto e non conoscendolo chiaramente temendo di chiedere su di lui, pensava che lui era senza dubbio quello tra gli altri che stavano accovacciati, estrae la spada e lo uccide.
Dopo questo lo afferrano e lo interrogano;
e tenendo la mano destra su di un braciere che aveva fuoco avendo cura di offrire sacrifici a Porsenna in avvenire,  mentre bruciava la carne, rimase fermo guardando verso Porsenna con viso sfrontato e impassibile.
bruciando la carne, rimase fermo guardando verso Porsenna con viso sfrontato e impassibile.