Versione di Catullo

Carme 104

Traduzione della Versione "Carme 104" di Catullo

Testo Originale Latino

Credis me potuisse meae maledicere vitae,ambobus mihi quae carior est oculis?non potui, nec, si possem, tam perdite amarem:sed tu cum Tappone omnia monstra facis.

Traduzione Italiana

Credi che io abbia potuto dire male della mia vita,lei che mi è cara più di entrambi gli occhi?Non potei, né, se l'avessi potuto, avrei amato così perdutamente:Ma tu con Tappone fai ogni mostruosità.