Versione di Catullo

Carme 2

Traduzione della Versione "Carme 2" di Catullo

Testo Originale Latino

Passer, deliciae meae puellae, quicum ludere, quem in sinu tenere, cui primum digitum dare appetenti et acris solet incitare morsus, cum desiderio meo nitenti karum nescio quid libet iocari et solaciolum sui doloris, credo ut tum gravis acquiescat ardor: tecum ludere sicut ipsa possem et tristis animi levare curas! Tam gratum est mihi quam ferunt puellae pernici aureolum fuisse malum, quod zonam solvit diu ligatam.

Traduzione Italiana

Il passero, delizia della mia ragazza, con cui suole giocare, e tenerlo in seno, ed a lui bramoso dare la punta del dito ed eccitare focosi morsi, quando alla mia splendida malinconia piace scherzare a non so che di caro e piccolo sollievo del suo dolore, credo perché allora s'acqieti il forte ardore: teco potessi come lei giocare ed alleviare le tristi pene del cuore! Tanto gradito mi è quanto dicono lo fosse stata per la ragazza veloce la mela doraticcia, che sciolse la cintura a lungo legata