Versione di Catullo

Carme 25

Traduzione della Versione "Carme 25" di Catullo

Testo Originale Latino

Cinaede Thalle, mollior cuniculi capillo vel anseris medullula vel imula oricilla vel pene languido senis situque araneoso, idemque, Thalle, turbida rapacior procella, cum luna mulierarios ostendit oscitantes, remitte pallium mihi meum, quod involasti, sudariumque Saetabum catagraphosque Thynos, inepte, quae palam soles habere tamquam avita. quae nunc tuis ab unguibus reglutina et remitte, ne laneum latusculum manusque mollicellas inusta turpiter tibi flagella conscribillent, et insolenter aestues, velut minuta magno deprensa navis in mari, vesaniente vento

Traduzione Italiana

Cinedo Tallo, più morbido del pelo di coniglio, o del midollo d'oca o del lobuccio d'orecchio o del languido pene d'un vecchio o d'un angolo ragnateloso, ugualmente, Tallo, più rapace d'una procella turbolenta, quando la luna rivela donniccioli sbadiglianti, restituiscimi il mio mantello, che rubasti, ed il fazzoletto setabo ed i tini ricamati, stupido, e ciò che apertamente suoli ritenere come ereditati. Ma ora scollali dalle tue unghie e restituiscili, che cinghie lavorate non ti tatuaggino malamente il morbido fianchetto e le mani delicatucce, e bruci eccessivamente, come minuscola nave sorpresa nel vasto mare, impazzando il vento.