Versione di Catullo

Carme 58 b

Traduzione della Versione "Carme 58 b" di Catullo

Testo Originale Latino

Non custos si fingar ille Cretum, non Ladas ego pinnipesve Perseus, non si Pegaseo ferar volatu, non Rhesi niveae citaeque bigae; adde huc plumipedas volatilesque, ventorumque simul require cursum, quos iunctos, Cameri, mihi dicares: defessus tamen omnibus medullis et multis languoribus peresus essem te mihi, amice, quaeritando.

Traduzione Italiana

Non il guardiano famoso se mi fingessi di Creta, non io Lada o il pinnipede Perseo, non se mi recassi col volo di Pegaso, non le nivee e veloci bighe di Reso; aggiungici piume ai piedi e volanti, cerca ancora la rotta dei venti, che uniti, Camerio, mi dichiarassi: tuttavia sarei strastanco per tutte le viscere e consumato da molti languori cercandoti, amico, (per me).