Versione di Catullo

Carme 91

Traduzione della Versione "Carme 91" di Catullo

Testo Originale Latino

Non ideo, Gelli, sperabam te mihi fidumin misero hoc nostro, hoc perdito amore fore,quod te cognossem bene constantemve putaremaut posse a turpi mentem inhibere probro;sed neque quod matrem nec germanam esse videbamhanc tibi, cuius me magnus edebat amor.et quamvis tecum multo coniungerer usu,non satis id causae credideram esse tibi.tu satis id duxti: tantum tibi gaudium in omniculpa est, in quacumque est aliquid sceleris.

Traduzione Italiana

Non così, Gellio, speravo che tu mi fossi fidatoin questo nostro misero, in questo perduto amore,perché ti avessi conosciuto o ti pensassi costanteo poterti bloccare la mente da una turpe infamia;ma né perché vedevo che tu avevi una madre e questa sorella, il cui garnde amore mi consumava.E benchè con te fossi unito da molta amicizia,non credevo tu avessi tale causa sufficiente.Tu lo ritenesti sufficiente: tu hai tanta gioia in ogni colpa, in qualunque c'è qualche misfatto.