Versione di Cesare

I romani sbarcano in Britannia

Traduzione della Versione "I romani sbarcano in Britannia" di Cesare

Testo Originale Latino

Pugnatum est ab utrisque acriter.Nostri tamen,quod neque ordines servare,neque firmiter insistere,neque signa subsequi poterant,magnopere pertubabantur;hostes vero,notis omnibus vadis,ubi ex litore aliquos singulares ex navi egrdientes conspexerant,incitatis equis,impeditos adoriebantur,plures paucos circumsistebant.Quod cum animadvertisset Caesar,scaphas longarum navium militibus compleri iussit et,quos laborantes conspexerant,his subsidia submittebat.Nostri,simul in arido constiterunt,suis omnibus consecutis,in hostes impetum fecerunt atque eos in fugam dederunt.

Traduzione Italiana

Si combattè da entrambe le parti fortemente. I nostri tuttavia, per il fatto che non conservavano gli odrini, e che non insistevano fermamente, e non potevano seguire i segnali, erano fortemente sconvolti; i nemici in verità, conosciuti tutti i vadi, quando avevano visto dal lido alcuni che sbarcavano, incitati i cavalli, aggredivano quelli impediti, circondavano alcuni. Cesare avendo capito questo, ordinò che (cerca scaphas) delle lunghe navi fossero riempite di soldati, e mandava aiuti a quelli che avevano visti affaticati. I nostri, non appena toccarono terra, seguiti tutti i loro, fecero impeto contro i nemici e li spinsero alla fuga