Versione di Cesare

Libro 5, Par. 32

Traduzione della Versione "Libro 5, Par. 32" di Cesare

Testo Originale Latino

At hostes, posteaquam ex nocturno fremitu vigiliisque de profectione eorum senserunt, conlocatis insidiis bipertito in silvis opportuno atque occulto loco a milibus passuum circiter duobus Romanorum adventum exspectabant, et cum se maior pars agminis in magnam convallem demisisset, ex utraque parte eius vallis subito se ostenderunt novissimosque premere et primos prohibere ascensu atque iniquissimo nostris loco proelium committere coeperunt.

Traduzione Italiana

Ma i nemici, dopo che si accorsero dal frastuono notturno e dalle veglie della loro partenza, preparati degli agguati, divisi in due, tra le selve, in luogo favorevole e nascosto a circa due mila passi aspettavano l’arrivo dei Romani, ed essendo scesa la maggior parte della schiera in una grande vallata, da entrambe le parte di quella valle si mostrarono all’improvviso e cominciarono ad incalzare le retroguardie e bloccare i primi nella salita ed attaccare battaglia in un luogo molto sfavorevole per i nostri.