Versione di Cicerone

Cicerone esorta i senatori a difendere la patria

Traduzione della Versione "Cicerone esorta i senatori a difendere la patria" di Cicerone

Testo Originale Latino

Video, patres conscripti, in me omnium vestrum ora atque oculos esse conversos. Video vos non solum de vestro ac rei publicae, verum etiam de meo peri**** esse sollicitos. Est mihi iucunda in malis et grata in dolore vestra erga me voluntas; sed, per deos immortales!, eam deponite atque de vobis ac de vestris liberis cogitate! Ego, consul, multa tacui, multa toleravi, multa concessi, at nunc omnes dolores laboresque atque omnia pericula suscipiam ut vobis populoque Romano dignitas salusque pariatur. Prospicite patriae, conservate vos, coniuges, liberos fortunasque vestras, populi Romani nomen salutemque defendite!

Traduzione Italiana

Vedo, padri coscritti, che il volto, gli sguardi di voi tutti si sono rivolti a me. Vedo che siete preoccupati non solo del pericolo che minaccia voi e lo Stato, ma, se questo è stato scongiurato, del pericolo che corro io. La simpatia che mi mostrate mi è cara, nei mali, e gradita, nel dolore. Ma, per gli dèi immortali, rinunciatevi! Dimenticate la mia salvezza! Pensate a voi e ai vostri figli! Se mi è stata affidata la carica di console perché sopportas.si sino in fondo ogni amarezza, ogni dolore, ogni strazio, vi farò fronte con coraggio, ma addirittura con gioia, purché i miei sforzi procurino prestigio e salvezza a voi e al popolo romano.