Versione di Cicerone

Libro 5, Par. 43

Traduzione della Versione "Libro 5, Par. 43" di Cicerone

Testo Originale Latino

Rem navalem primum ita dico esse administratam, non uti provincia defenderetur, sed uti classis nomine pecunia quaereretur. Superiorum praetorum consuetudo cum haec fuisset, ut naves civitatibus certusque numerus nautarum militumque imperaretur, maximae et locupletissimae civitati Mamertinae nihil horum imperavisti. Ob hanc rem quid tibi Mamertini clam pecuniae dederint, post, si videbitur, ex ipsorum litteris testibusque quaeremus.

Traduzione Italiana

In primo luogo sostengo che egli ha amministrato il settore della marina non già pensando alla difesa della provincia, ma preoccupandosi di far soldi col pretesto della flotta. La consuetudine dei governatori precedenti era quella di imporre alle città siciliane la fornitura di navi e di un numero prefissato di marinai e di soldati, tu invece non hai imposto nessuna di queste condizioni alla grandissima e ricchissima città di Messina. Quanti soldati ti abbiano dato sottobanco i Mamertini per questa esenzione, se sarà il caso lo scopriremo in seguito dai loro stessi registri e dalle loro deposizioni.