Versione di Eutropio

La battaglia di Milazzo

Traduzione della Versione "La battaglia di Milazzo" di Eutropio

Testo Originale Latino

Quinto anno Punici belli, quod contra Afros (=i Cartaginesi) gerebatur, primum Romani C.Duilio Cn. Cornelio Asina consulibus in mari dimicaverunt, paratis navibus rostratis, quas Liburnas vocant. Consul Cornelius fraude deceptus est. Duilius, commisso proelio, Carthaginiensium ducem vici, triginta et unam naves cepit, quattuordecim mersit, septem milia hostium cepit, tria milia occidit. Neque ulla victoria Romanis gratior fuit quod, invicti terra, iam (=ormai) etiam mari plurimum possent. C. Aquilio Floro L. Scipione consulibus, Scipio Corsicam et Sardiniam vastavit, multa milia inde captivorum adduxit, triumphum egit.ù

Traduzione Italiana

Durante il quinto anno della guerra punica mossa contro gli africani , per la prima volta i Romani , sotto il consolato di caio duilio e cornelio , combatterono in mare , preparate le navi rostrate che chiamano Liburne . Il console cornelio , vittima di un inganno , fu catturato dagli africani nell' isola di lipari , ma duilio , attaccata battaglia , sconfisse il comandate dei cartaginesi, catturo' molte navi , quattordici le affondo', catturo' e uccise molteplici nemici . Non vi fu nessuna vittoria per i romani piu' gratificante di questa ,perchè , non solo erano imbattuti sulla terra , ma ora anche per mare . sotto il consolato di caio aquilio floro e lucio scipione , scipione devasto' corsica e sardegna , e poichè fece molti prigionieri , celebro' il trionfo