Versione di Fedro

Libro 1, Favola 5

Traduzione della Versione "Libro 1, Favola 5" di Fedro

Testo Originale Latino

Numquam est fidelis cum potente societas. Testatur haec fabella propositum meum. Vacca et capella et patiens ovis iniuriae socii fuere cum leone in saltibus. Hi cum cepissent cervum vasti corporis, sic est locutus partibus factis leo: 'Ego primam tollo nomine hoc quia rex cluo; secundam, quia sum consors, tribuetis mihi; tum, quia plus valeo, me sequetur tertia; malo adficietur si quis quartam tetigerit'. Sic totam praedam sola improbitas abstulit.

Traduzione Italiana

Mai è leale un’alleanza col potente. Questa favoletta attesta la mia affermazione. La vacca e la capretta e la pecora resistente all’oltraggio furono alleati col leone nelle foreste. Avendo questi preso un cervo di grossa corporatura, così, fatte le parti, parlò il leone : « Io prendo la prima a questo titolo, perché mi chiamo leone; la seconda, poiché sono socio, l’attribuirete a me; poi, poiché posso di più, mi seguirà la terza ; sarà colto dal male se uno avrà toccata la quarta ». Così da sola la malvagità prese tutta la preda.