Versione di Fedro

Libro 3 - Favola 9

Traduzione della Versione "Libro 3 - Favola 9" di Fedro

Testo Originale Latino

Vulgare amici nomen sed rara est fides. Cum parvas aedes sibi fundasset Socrates (cuius non fugio mortem si famam adsequar, et cedo invidiae dummodo absolvar cinis), ex populo sic nescioquis, ut fieri solet: "Quaeso, tam angustam talis vir ponis domum?" "Utinam" inquit "veris hanc amicis impleam!"

Traduzione Italiana

Il nome di amico è comune, ma la lealtà rara. Avendo Socrate costruito per sé una piccola casetta (non rifiuto la sua morte se ne raggiungessi la fama, e cedo all’invidia purchè sia assolto come cenere), così un non so chi dal popolo, come è solito accadere: ”Prego, un tale uomo fai una casa così piccola?” ”Volesse il cielo, disse, riempissi questa di veri amici.”