Versione di Fedro

Libro 4 - Favola 3

Traduzione della Versione "Libro 4 - Favola 3" di Fedro

Testo Originale Latino

Fame coacta vulpes alta in vinea uvam adpetebat, summis saliens viribus. Quam tangere ut non potuit, discedens ait: "Nondum matura es; nolo acerbam sumere." Qui, facere quae non possunt, verbis elevant, adscribere hoc debebunt exemplum sibi.

Traduzione Italiana

Una volpe spinta dalla fame in una vigna alta cercava di prendere l’uva, saltando con grandi sforzi. Ma poiché non riuscì a toccarla, andandosene disse: ”Non è ancora matura; non voglio prenderla acerba.” Quelli che sminuiscono a parole le cose che non possono fare, dovranno attribuire a sé questo esempio.