Versione di Giustino

Elissa fugge da Tiro

Traduzione della Versione "Elissa fugge da Tiro" di Giustino

Testo Originale Latino

Cum Tyri rex Mutgo (Mutgone) decessurus esset, filium Pygmalionem et Elissam, quam alii Didonem vocant, insignis formae virginem, heredes instituit. Sed populus Pygmalioni, sedecim annorum puero, regnum tradidit. Elissa Acerbae, avunculo suo, sacerdoti Herculis, qui honos secundus post regem erat, nubit. Huic magnae, sed dissimulatae, divitiae erant: aurum, metu regis, non tectis sed terrae crediderat; quam rem etsi homines ignorabant, fama tamen loquebatur. Quarum cupoditate incensus, Pygmalion, iuris humani oblitus, avunculum suum sine respectu pietatis occidit.

Traduzione Italiana

Stando per morire Mutgone re di tiro, decise come eredi il figlio Pigmalione e la figlia Ellissa, che alcuni chiamano Didone, vergine di esimia bellezza. Ma il popolo consegna il regno a Pigmalione, giovane di sedici anni. Ellissa sposò (Acerbae), suo (avunculo) sacerdote di Ercole, che era secondo per onori dopo il re. A questa erano grandi e diverse ricchezze: oro, il timore del re, non aveva creduto ai tetti ma alla terra, che sebbene gli uomini ignorassero la cosa, tuttavia la fama parlava. Acceso di desideri di queste cose, Pigmalione, dimentico del diritto umano, uccise senza pietà e rispetto il suo (avunculum)