Versione di Ovidio

Amores, I, Epigramma Ipsius (Introduzione)

Traduzione della Versione "Amores, I, Epigramma Ipsius (Introduzione)" di Ovidio

Testo Originale Latino

Qui modo Nasonis fueramus quinque libelli, tres sumus; hoc illi praetulit auctor opus. ut iam nulla tibi nos sit legisse voluptas, at levior demptis poena duobus erit.

Traduzione Italiana

Noi, che di Ovidio eravamo i cinque libri, siamo ora tre; l'autore ha preferito l'opera così. E se nel leggerci non proverai nessun piacere, avrai, con due di meno, pena più lieve.