Versione di Plinio il Giovane

La villa-fattoria

Traduzione della Versione "La villa-fattoria" di Plinio il Giovane

Testo Originale Latino

Cum cognoveris gratiam villae meae amoenitatem loci litoris spatium valde laetus eris.Ibi multi greges ovium multa equorum boumque armenta sunt quae hieme de montibus descendunt atque hic caeli tepore gaudent. Villa multis usibus capax est: atrium nec exiguum nec sordidum triclinium amplum cubicula spatiosa; porticus est egregium contra tempestates receptaculum. Mare non pretiosis piscibus abundant soleas tamen et squillas optimas suggerit. Villa etiam maditerraneas copias praestat lac in primis quia e pascuis huc pecora conveniunt cum aquam umbramque petunt.

Traduzione Italiana

Quando avrai conosciuto la bellezza della mia casa di campagna (fattoria), la piacevolezza del luogo, la larghezza della spiaggia, sarai molto contento. Lì vi sono molti greggi di pecore, molte mandrie di cavalli e buoi, che in inverno scendono dalle montagne e qui godono del tepore del clima. La fattoria contiene molte comodità: un atrio né piccolo né sporco (o misero), un triclinio ampio, camere da letto spaziose; il portico è un eccellente riparo contro le tempeste. Il mare non è ricco di pesci di gran valore, tuttavia fornisce ottime sogliole e squille (tipo di crostaceo). La fattoria controlla la frase qui (secondo me manca qualcosa) - soprattutto un lago, perché qui gli armenti si radunano, quando cercano acqua e ombra.