Versione di Seneca

Continuo è il vagabondare del genere umano

Traduzione della Versione "Continuo è il vagabondare del genere umano" di Seneca

Testo Originale Latino

Per invia, per incognita versavit se humana levit Liberos coniugesque et graves senio parentes tra runt; alii longo errore iactati non iudicio elegeru Iocum, sed lassitudine proximum occupaverunt, a armis sibi iuà in aliena terra fecerunt; quasda gentes, cum ignota peterent, mare hausit, quaeda ibi consederunt, ubi illas rerum omnium inopia d posuit. Nec omnibus eadem causa relinquendi quaere dique patriam fuit: alios excidia urbium suarum host libus armis elapsos in aliena spoliatos suis expulerunt alios domestica seditio summovit; alios nimia supe fluentis populi frequentia ad exonerandas vires emisit alios pestilentia aut frequentes terrarum hjatus au aliqua ìntoleranda infelicis soli vitia eiecerunt; quosda fertilis orae et in maius laudatae fama conrupit. Alio alia causa excivit domibus suis: illud utique mani festum est, nihil eodem loco mansisse, quo genitum est. Adsiduus generis humani discursus est; cotidi aliquid in tam magno orbe mutatur.

Traduzione Italiana

L’incostanza umana si aggirò per luoghi imprati cabili e sconosciuti. (Quei popoli) portarono con sé i figli, le mogli e i padri gravi d’anni; alcuni, sbat tuti da un lungo errare, non si scelsero (con criterio) la sede, ma a causa della stanchezza occuparono l’ul- tima (località raggiunta), altri si procacciarono con le armi li diritto (di abitare) su terreni altrui; altri poi li inghiottì il mare, mentre navigavano verso terre. ignote; altri posero le loro sedi là dove li bloccò la penuria del necessario. Né tutti ebbero lo stesso mo- tivo ad abbandonare la patria e a cercarsene un’altra: alcuni i saccheggi delle loro città li sospinsero verso terre altrui, scampati alle armi nemiche e privati di tutto; altri una guerra civile li scacciò; altri l’ eccesso della popolazione li fece emigrare per alleggerire il sovrannumero degli abitanti; altri la pestilenza o i frequenti terremoti o simili insopportabili difetti di un terreno sterile li costrinsero ad andarsene; altri li corruppe la fama di una zona fertile, decantata oltremodo. Chi dunque per un motivo, chi per un altro uscì dalla patria: comunque (ciò) risulta palese, che nulla è rimasto nello stesso luogo dove era nato. Continuo è il vagabondare del genere umano. E quo- tidianamente in questo così vasto mondo qualcosa cambia.