Versione di Seneca

Quanta fatica diventare uno sportivo

Traduzione della Versione "Quanta fatica diventare uno sportivo" di Seneca

Testo Originale Latino

Hodierno die ob spectaculi beneficium vaco at quieti studeo quoniam turba molesta ad sphaeromachiam accurrit. Sic nemo (nessuno, nom.) mihi erit fastidio, nemo cogitationem meam impedit. Licebit librum legere et toto animo cogitare, res necessaria homini ad veritatem procedenti. Nunc cogitemus! Multi corpora exercent, pauci ingenia. Ad spectaculum lusorium accidit concursus; circa artes bonas solitudo est! Imbecilli animo sunt athletae, quorum (di cui, gen.) lacertos umerosque amamus. Illud (ciò, acc.) in animo meo revolvo: corpus ad laboris patientiam saepe perducitur, pugnos pariter et calces multolrum hominum tolerat et, sanguine suo madens, solem ardentem in fervente circi pulvere sustinet. Facilius (più facilmente, avv.) corpus corroboratur et excipit invictus fortunae ictus; postquam humi proiectus et aut conculcatus, exsurgit. Corpus multis eget rebus, animus autem ex se (da se) crescit. Athletae multo cibo, multa potione, multo oleo multaque opera egent. Animo sufficit virtus sine apparatur, sine impensa.

Traduzione Italiana

Oggi a causa dell'occasione dello spettacolo mi dedicherò al niente e al riposo poichè la folla fastidiosa accorre a (spheromachiam). Così nessuno mi darà fastidio, nessuno impedirà il mio pensiero. Sarà lecito leggere un libro o pensare con tutto l'animo alle cose necessarie all'uomo che si accosta alla verità. Ora pensiamo! Molti esercitano i corpi, pochi la mente. Il concorso (accidit) allo spettacolo di giochi, la solitudine è vicina alle buone arti! Di animo debole sono gli atleti di cui amiamo i muscoli e le braccia. Ciò tolgo dal mio animo: il corpo spesso è condotto alla tollerazione delle fatiche, tollera ugualmente i pugni e i calci di molti uomini e, bagnando con il suo sangue, sostiene il sole ardente nella fervente polvere del circo.Più facilmente il corpo è rinvigorito e accoglie invinto i colpi della fortuna, dopo che gettato a terra o (conculcatus), si rialza. Il corpo provvede a molte cose, l'animo invece cresce da sè. Gli atleti necessitano di molto cibo, molto bere, molto olio e molta cura. All'animo basta la virtù senza equipaggiamento, senza spese.