Versione di Svetonio

Paragrafo 11

Traduzione della Versione "Paragrafo 11" di Svetonio

Testo Originale Latino

Libido atque luxuria coercente nullo invaluerant; auctor senatui fuit decernendi ut quae se alieno servo iunxisset ancilla haberetur; neve filiorum familiarum faeneratoribus exigendi crediti ius umquam esset ne post patrum quidem mortem.

Traduzione Italiana

La dissolutezza e il lusso avevano preso il sopravvento senza che nessuno le arginasse; fu autore, presso il senato del decreto per il quale le donne che si fossero congiunte carnalmente con uno schiavo estraneo alla casa, sarebbero state ritenute come schiave; e non sarebbe stato lecito agli usurai che avevano prestato denaro ai figli di famiglia, pretendere il loro credito, nemmeno dopo la morte dei padri.