Versione di Valerio Massimo

Nobile esempio di amore coniugale

Traduzione della Versione "Nobile esempio di amore coniugale" di Valerio Massimo

Testo Originale Latino

Porcia, Marci Porcii Catonis Minoris filia, minime muliebris animi fuit. Quae, cum Bruti viri sui consilium cognovisset, quod de interficiendo Caesare ceperat, egresso ex cubicolo Bruto, cultellum tonsorium, quasi unguium resecandorum causa, poposcit, eoque velut forte elapso se vulneravit. Clamore deinde ancillarum in cubiculum revocatus, Brutus obiurgare eam coepit quod tonsoris praeripuisset officium. Cui secreto Porcia : << Non est hoc – inquit- temerarium factum meum, sed, in tali statu nostro, amoris mei erga te certissimus indicium; experiri enim volui, si tibi propositum parum es sententia cessissit, quam aequo animo me ferro essem interemptura>>.

Traduzione Italiana

Porcia, figlia di Marco Porcio Catone Minore, non fu di animo femminile. Ed ella essendo venuta a sapere della decisione di suo marito Bruto che aveva preso riguardo all’uccisione di Cesare, uscito Bruto dalla stanza, chiese un rasoio, come per tagliare le unghie e con quello come sfuggita alla sorte, si ferì. In seguito richiamato dal grido delle ancelle, nella stanza, Bruto cominciò a rimproverarla poiché aveva sottratto il compito del barbiere. Porcia a quel pensiero segreto : << Questa mia azione – disse- non è accidentale, ma nel nostro tale stato (è) un indizio sicurissimo del mio amore per te, infatti ho voluto mettere alla prova, se per te il proposito non avesse avuto buon esito secondo i desideri, come mi toglierei la vita con animo rassegnato con la spada.