Versione del libro Cotidie Legere

Cincinnato

Traduzione della versione di latino dal libro "Cotidie Legere"

Testo Originale Latino

Aequi exercitum romanorum cum minucio consule in algido mone obsessum tenebat et roma in magno prericulo erat.tunc senatores dictatorem creaverunt…

Traduzione Italiana

Tra i comandanti romani si distinse in povertà quel Cincinnato, vincitore degli Equi. Sul monte Algido gli Equi avevano chiuso in assedio l'esercito dei romani con lui stesso. Per questa ragione i senatori decisero di nominarlo dittatore: era necessario infatti restituire la sconfitta. Questi elessero, con il consenso di tutti, L. Cincinnato. Quinto coltivava con le sue mani un capo di quattro iugeri. I luogotenenti del senato lo trovarono indaffarato nell'opera agreste e gli annunciarono il mandato dei senatori. Allora l'uomo si pulì dal sudore, indossò la toga, e giunse a roma con i luogotenenti, dove il cittadino giurò e cercò truppe di giovani. Il giorno dopo giunse con incredibile velocità al monte Algido. Cavalcando intorno al monte, esplorò la forma dell'accampamento dei nemici e preparò la cosa. Intanto i suoi soldati ai suoi ordini aspettavano il segno della battaglia. Poco dopo il dittatore diede questo segno, e subito le truppe fecero ingresso nel vallo dei nemici, liberano i loro e sconfiggono gli Equi. Quinto ampliò la gloria della battaglia con la clemenza: infatti, eccetto i comandanti, liberò tutti incolumi i nemici. Lui stesso, dopo il trionfo, ritornò al suo campo.