Versione del libro Expedite

Epaminonda, uomo e comandante esemplare

Traduzione della versione di latino dal libro "Expedite"

Testo Originale Latino

Difficile est dictu utrum Epaminondas melior vira n dux fuerit. Erat enim modestus prudens litterarum ac philosophiae studiosus peritus belli…

Traduzione Italiana

E' difficile a dire se Epaminonda fu migliore come uomo che come comandante. Infatti non chiedeva il potere per se stesso ma per la patria e fu così parco di denaro che allontanò la poverta e con spesa pubblica (metti il verbo elatus sum). A quello fu tanta la conoscenza delle lettere e della filosofia, che tutti gli chiedevano dove avesse appreso una simile perizia nell'arte militare. E non dissentiva da questo proposito di vita la sua idea della morte. Infatti Epaminonda, avendo vinto i Lacedemoni presso Mantinea ed essendosi accorto di morire per una grave ferita, riportato nell'accampamento inanime, unì la voce e lo spirito e chiese a chi lo circondava se lo scudo fosse salvo. Poichè gli risposero che era stato salvato, chiese se i nemici lo avessero rotto. Avendo sentito ciò, come desiderava, ordinò che quell'asta che lo aveva trafitto gli fosse tolta. Così nel molto sangue ma nella gioia e nella vittoria, rendendo grazia alla patria, morì.