Versione del libro Intellege et Verte

I Tarquini

Traduzione della versione di latino dal libro "Intellege et Verte "

Testo Originale Latino

Nullus Romanorum rex animum asperiorem et acriorem quam Lucius Tarquinius ostendit aut intolerabilior fuit. Nam Tarquinius quem(che) Romani Superbum appellaverunt…

Traduzione Italiana

Nessuno re dei romani mostrò un animo più severo e aspro o fu più intollerabile di Lucio Tarquinio. Infatti Tarquinio, che i romani chiamarono superbo per la severità dei suoi costumi, esercitò assai severamente il potere. Si servì di più arroganza verso la plebe e meno reverenza verso i senatori dei precedenti re. Infatti assai simile al tiranno, reggeva più superbamente lo stato, o amministrava grandi affari da solo, e non consultava mai il senato, spesso cacciava in esilio cittadini assai nobili. Nè minore fu l'arroganza e la superbia dei figli del re. Infatti Sesto Tarquinio, per un assai turpe e crudele desiderio, offese Lucrezia moglie di Collatino. Non potendo la pudicissima e nobilissima donna sopportare tanta vergogna, si uccise con un pugnale. Allora Collatino mosse alla ribellione i più forti uomini della plebe con suoi fedelissimi amici e la plebe cacciò dalla città tutta la famiglia dei tarquini.