Versione del libro La Lingua delle Radici 1

Credenze e miscredenze nell'arte divinatoria

Pagina 196, versione 16 dal libro La Lingua Delle Radici 1.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Antiqui cum res graves vel bellum suscepturi erant semper haruspices consulebant; ei ex avium volatu vel ex victimarum extis praedicebant…

Traduzione Italiana

Gli antichi, quando erano in procinto di sostenere situazioni difficili o una guerra, consultavano sempre gli aruspici; predicevano il futuro (i fatti che sarebbero accaduti) sulla base del volo degli uccelli o delle viscere delle vittime. In verità molti responsi delle vittime ebbero esiti negativi; per tale ragione alcuni uomini, tra cui Annibale, non attribuivano alcun credito agli auspici tanto ingannatori. Una volta il re Prusia, essendo in procinto di sostenere la guerra contro i romani, temette il presagio sfavorevole. E così esitava a sostenere la guerra, sebbene Annibale, convocato nel consiglio bellico (di guerra), discordò da esso. Infatti il cartaginese rifiutava le argomentazioni contrarie così: "Tu, re, credi più ad un pezzo di carne di vitello che a me, che ho sostenuto tante guerre e che sono così esperto di arte militare".

 

Analisi

Comprensione

a In quali occasioni gli antichi ricorrevano agli aruspici?
Gli antichi ricorrevano agli aruspici in situazioni difficili o in situazioni di guerra.

b Che cosa facevano gli aruspici?
Gli aruspici predicevano il futuro osservando il volo degli uccelli o le viscere delle vittime sacrificali

c Quale famoso personaggio non ha fiducia nelle loro predizioni e in quale occasione lo dimostra?
Annibale non ha fiducia negli auspici e lo dimostra nel momento fu convocato nel consiglio di guerra del re Prusia, il quale doveva sostenere la guerra contro i romani ed esitava ad intraprenderla per paura del presagio sfavorevole.

Analisi

d Rintraccia e analizza le forme di coniugazione perifrastica attiva.
Cum suscepturi erant: proposizione temporale espressa da una perifrastica attiva resa in forma d’imperfetto, terza persona plurale il soggetto si riferisce ad antiqui
Cum suscepturus esset: cum narrativo espresso da una perifrastica attiva, tempo congiuntivo imperfetto, terza persona singolare, il soggetto è rex Prusia