Versione del libro La Lingua delle Radici 1

Il mito di Scilla

Pagina 284, versione Re3 dal libro La Lingua Delle Radici 1.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Tradunt Scyllam Phorci filiam formosam nympham fuisse. Glaucus qui e piscatore in deum marinum squamis obductum conversus erat ardenti puellae…

Traduzione Italiana

Raccontano che Scilla, figlia di Forco, fosse una bellissima Ninfa. Glauco che da pescatore era stato tramutato in un dio marino, ricoperto di squame, s'innamorò della fanciulla (fu acceso da ardente amore per la fanciulla). Dato che però Scilla, per l'aspetto deforme di Glauco, rifiutò costui che l'amava, il dio chiese aiuto a Circe. E così Circe, maga cattiva e crudele, inquinò il mare con sostanze velenose (veleni), dove la ninfa era solita detergere il corpo. Quando Scilla scese in mezzo al mare, improvvisamente assunse una sembianza orribile: infatti il suo corpo fu deturpato dai mostri che abbaiavano. Poi la fanciulla si lanciò nel mare presso lo stretto di Sicilia, nascondendosi nelle grotte più sotterranee, dalle quali emergeva per catturare e divorare i marinai tanto ignari quanto imprevidenti

 

Analisi

a Individua e analizza le proposizioni relative.

qui ... marinum conversus erat: qui nominativo maschile singolare, funge da soggetto nella proposizione relativa; il  pronome si riferisce a Glaucus
e quibus emergebat: quibus ablativo maschile plurale riferito a specubus come complemento di moto da luogo

b Trascrivi e analizza i participi.

obductum participio perfetto accusativo maschile singolare riferito a deum marinum
ardenti participio presente  di forma aggettivale riferito ad amore, ablativo femminile singolare
amantem participio sostantivato tempo presente, accusativo maschile singolare
latrantibus participio presente, ablativo neutro plurale, riferito a monstris
latens participio presente nominativo femminile singolare riferito a puella

c Analizza i complementi in ablativo.

e piscatore complemento di origine
squamis complemento di materia
ardenti amore complemento di causa efficiente
a Circe esprime la persona a cui viene chiesta la cosa
venenis complemento di mezzo

monstris latrantibus è dativo d'agente, è stato inserito in questo schema perchè, pur non essendo in caso ablativo, è doveroso ricordare che il dativo semplice può esprimere anche il complemento d'agente.

in mare stato in luogo
in imis specubus stato in luogo
e quibus moto da luogo