Versione del libro La Lingua delle Radici 1

La battaglia del lago Trasimeno

Pagina 218, versione 15 dal libro La Lingua Delle Radici 1.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Tum Hannibal pugnae signum dedit omnibus copiis quae simul in Romanos impetum fecerunt. Acies Romana plane instructa non erat; nostri…

Traduzione Italiana

Allora Annibale diede il segnale di battaglia a tutte le milizie, che attaccarono tutte insieme contro i Romani. l'esercito schierato dei Romani non era stato istruito a pieno; i nostri dunque combatterono disordinati e scomposti, mentre i monti ed il lago li circondavano ai lati, la schiera nemica (dei nemici) li circondava dietro e di fronte. Veramente i romani non avevano alcuna speranza di vittoria e di salvezza. Nella densa caligine si mischiavano i gemiti dei feriti con lo strepitio delle armi. Tutti insieme, sia i Romani che i Cartaginesi, combattendo per tre ore senza interruzione, non avvertirono il movimento della terra, che abbatté la maggior parte di molte città dell'Italia deviò dal percorso i rapidi fiumi, e fece crollare i monti con un intrepido movimento: gli animi erano talmente attenti alla battaglia. Nell'atroce confusione la strage dei Romani fu enorme. Gli storici narrano che molti morirono combattendo valorosamente, altri, allontanandosi dal campo, furono trucidati dai cavalieri dei nemici; (narrano che) pochi riuscirono a scappare (evasero) attraverso i valichi dei monti. Flaminio, che non volle allontanarsi dal campo, cadde trafitto da una lancia.

 

Analisi

Comprensione

a Durante la battaglia accadde un evento spaventoso di cui i soldati nemmeno si accorsero. Quale?
Un terribile terremoto

b Che fine fecero i soldati romani?
i soldati romani fecero fini diverse: molti morirono combattendo valorosamente; altri, cercando di evadere dal campo, furono trucidati dai cavalieri dei nemici; pochi riuscirono a trovare la salvezza scappando attraverso le gole dei monti.

c Chi era il comandante romano e come morì?
Il comandante romano era Flaminio, non volle allontanarsi dal campo e morì trafitto da una lancia.

Analisi

d Rintraccia e analizza, nei rapporti temporali con la reggente, le proposizioni infinitive.

et carthaginienses multos oppetivisse: oggettiva in latino (narrano che); in italiano viene espressa con il verbo narrant

alios trucidatos esse: oggettiva, infinito perfetto passivo, rapporto di anteriorità con la reggente espressa dal presente indicativo narrant

paucos evasisse: oggettiva latina, retta dal verbo sottinteso narrant evasisse, infinito perfetto attivo rapporto di anteriorità con la reggente narrant

e Cerca i participi e analizzali.
pugnantes: participio presente, nominativo plurale, riferito a universi romani

discendentes: participio presente accusativo plurale soggetto dell'oggettiva, riferito ad alios

transfixus: participio congiunto tempo perfetto, nominativo singolare, riferito a Flaminius

f cum: analizza e spiega i diversi usi di cum.
cum clauderent: proposizione narrativa, gerundio semplice, imperfetto congiuntivo con valore  temporale di tipo avversativo (mentre).

g inordinati incompositique: quale funzione logica svolgono?
aggettivi riferiti al soggetto nostri; tali aggettivi hanno un valore di complemento predicativo del soggetto con un'accezione modale (combatterono in che modo?).

h prostravit: trascrivi il paradigma.
prostro-as-avi-atum-are