Versione del libro La Lingua delle Radici 1

La battaglia di Maratona

Pagina 157, versione 28 del libro La lingua delle radici 1.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Darius Persarum rex magnam classem ingentesque copias paravit ut Graeciam occuparet. Postquam ad litora Atticae pervenerunt Persae castra posuerunt in…

Traduzione Italiana

Dario, re dei Persiani, allestì una grande flotta ed ingenti milizie per occupare la Grecia. Dopo che giunsero alle coste dell'Attica, i Persiani posero l'accampamento nel campo di Maratona, per dirigersi da quel luogo verso la città di Atene. Allora gli Ateniesi inviarono gli ambasciatori alle città greche, affinché giungessero in aiuto; ma i soli abitanti di Platea inviarono mille soldati. I condottieri ateniesi condussero le milizie fuori dalla città, per scontrarsi in battaglia. L'indomani Milziade, condottiero dei Greci, schierò le milizie su un campo coperto da alcuni alberi e sotto le radici del monte, affinché il monte coprisse le schiene degli Ateniesi e gli alberi ostacolassero i cavalieri dei nemici. Il condottiero dei Persiani, prima che giungessero i rinforzi degli spartani, decise di combattere. E così si compì la battaglia, ma i Greci combatterono con ammirevole virtù e sconfissero i nemici. Così i Greci conservarono la libertà.

 

Analisi

a. Individua le proposizioni finali.

ut ... occuparet
ut ... contenderent
ut ... venirent
ut ... dimicarent
ut tegeret
et (ut) ... impedirent

b. Sottolinea gli aggettivi della II classe e scrivine il nominativo.

ingentes:  ingens
athenienses: atheniens
mirabili:  mirabilis, -e

c. Individua le proposizioni temporali.

postquam ... pervenerunt
antequam ... pervenerunt