Versione del libro La Lingua delle Radici 1

La civetta e la cicala

Pagina 76 esercizio 5 dal libro La lingua delle radici 1.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Cicada sua rauca querula incommodum dabat noctuae solitae in tenebris cibum quaerere et in cavo ramo interdiu somnum capere. Frustra…

Traduzione Italiana

Una cicala, con la sua (voce) roca e lamentosa, disturbava una civetta (dava fastidio ad una civetta), abituata a cercare cibo durante la notte e a prendere sonno in un ramo cavo durante il giorno. Invano la civetta ordinava il silenzio alla cicala; la cicala disdegnava (/non teneva in considerazione) le parole della civetta. Allora la civetta alletta la cicala con l'inganno e dice: "Canti melodiosamente; vieni nel ramo: potremo bere del vino di buona qualità, dono di Minerva". Poiché alla cicala sono gradite le adulazioni, accorre a volo con entusiasmo (/impulsivamente); ma la civetta salta fuori dalla tana e uccide la cicala.

 

Analisi

A. COMPLEMENTI DI LUOGO
in cavo ramo: compl. di stato in luogo
in ramum: compl. di moto a luogo
e cavo: compl. di moto da luogo

B. sua rauca querula: compl. di mezzo

C. dolo: compl. di mezzo

D. donum: apposizione

E. quod: congiunzione causale