Versione del libro La Lingua delle Radici 1

Morti singolari

Pagina 227, versione 5 dal libro La Lingua Delle Radici 1.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Fata mirum in modum multos viros tulerunt. Cum Aeschylus poeta in Siciliae urbe vitam degeret e moenibus excessit ut in…

Traduzione Italiana

Le sorti portarono via molti uomini in modo singolare. Il poeta Eschilo vivendo in una città della Sicilia, uscì dalle mura, per starsene in un luogo esposto al sole. Ma un'aquila, che portava una tartaruga, ingannata dallo splendore del capo del poeta - era infatti calvo - battè la tartaruga sopra di lui, pensando che il capo fosse una pietra. Eschilo per il colpo impetuoso morì. Si narra anche che Omero fosse morto nell'isola di Io per una ragione inconsueta. Non avendo sopportato che egli stesso non riuscisse a risolvere una questione addotta dai pescatori, morì per il dolore.

 

Analisi

Analisi

a Sottolinea e analizza le voci verbali di fero.

tulerunt: perfetto indicativo terza persona plurale
ferebat: imperfetto indicativo terza persona singolare
ferunt: presente indicativo terza persona plurale nel significato impersonale di "si narra"
tulisset: piucheperfetto congiuntivo nel significato di "sopportare", proposizione narrativa
latam: participio perfetto accusativo singolare riferito a quaestionem con valore di participio congiunto

b Cerca e analizza i costrutti del cum narrativo.

cum detegeret: imperfetto congiuntivo, gerundio semplice con valore temporale
cum non tulisset: piuccheperfetto congiuntivo, gerundio composto con valore causale