Versione del libro La Lingua delle Radici 1

Pirro

Pagina 122, versione 21 del libro La lingua delle radici 1.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Pyrrhus dux peritus ac strenuus putabatur: itaque iis auxilium non negavit et multis copiis Tarentum venit. In Lucania apud Heracleam…

Traduzione Italiana

Pirro era ritenuto un esperto e valoroso condottiero: pertanto non negò aiuto ad essi e giunse a Taranto con molte milizie. Combatté una battaglia con i Romani in Lucania presso Eraclea e in Campania presso Ascoli, e riuscì vincitore ma con molte ferite. Dato che in realtà la guerra si protraeva, si recò in Sicilia, dove le città della Magna Grecia combattevano con le armi contro i Cartaginesi. Il re sconfisse i soldati avversari, ma la guerra non terminò. Allora fece ritorno dalla Sicilia a Taranto; combatté nuovamente con i Romani presso Malevento e fu sconfitto. Dopo aver vinto contro Pirro, i Romani mutarono il nome della città di Malevento e la chiamarono Benevento.

 

Analisi

a Individua e analizza le forme verbali.

putabatur: imperfetto indicativo passivo
negavit: perfetto indicativo
venit:  presente indicativo
commisit: perfetto indicativo
discessit: perfetto indicativo
protrahebatur: imperfetto indicativo
concessit: perfetto indicativo
contendebant: imperfetto indicativo
profligavit: perfetto indicativo
perfecit: perfetto indicativo
revertit:  perfetto indicativo
pugnavit: perfetto indicativo
profligatus est: perfetto indicativo passivo
vicerant: piucheperfetto indicativo
mutaverunt:  perfetto indicativo
appellaverunt: perfetto indicativo

b Rintraccia e analizza i complementi di luogo.

Tarentum: moto a luogo
In Lucania: stato in luogo
apud Heracleam: moto a luogo
in Campania: stato in luogo
apud Ascolum: moto a luogo
in Siciliam: moto a luogo
ex Sicilia: moto da luogo
Tarentum: moto a luogo
apud Maleventum: moto a luogo

c Individua i predicativi del soggetto e dell'oggetto.

dux: predicativo del soggetto
victor: predicativo del soggetto riferito a Pirro
Beneventum: predicativo dell'oggetto

d individua le proposizioni temporali e le causali.

temporali:
postquam .... vicerant

causali
quod ... protrahebatur