Versione del libro La Lingua delle Radici 1

Prodigi e fatti nefasti, ma buon governo di un imperatore

Pagina 218, versione 16 dal libro La Lingua Delle Radici 1.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Cum Antoninus Pius regnaret multae calamitates acciderunt. Inter omnes constat famem circi ruinam terrae motum quo Rhodiorum et Asiae oppida…

Traduzione Italiana

Quando regnava Antonino Pio, avvennero molte calamità. Fra tutte risulta evidente la carestia, la distruzione del circo, il terremoto, per cui crollarono le città dei Rodiesi e dell'Asia, e l'incendio di Roma, che consumò molte isole ed abitazioni. Inoltre si dice che vi fu lo straripamento del Tevere, che apparve la stella cometa in cielo, che nacque un bambino con due teste. Dunque il regno di Antonino Pio fu sconvolto da fatti nefasti; tuttavia gli scrittori ritengono che il regno sia stato fortunato. Infatti l'imperatore governò i popoli che erano stati assoggettati con giustizia e e scrupolosità; attraverso i suoi luogotenenti compì molte guerre con esito positivo; appianò le discordie tra i reucci in Asia. Si dice (l'opinione è) che lui ebbe un'autorità singolare presso le popolazioni straniere, perché amò sempre la pace. Si tramanda che Antonino Pio, facendo sua (ripetendo) l'opinione di Scipione, spesso diceva che egli preferiva salvare un sol cittadino che uccidere mille nemici.

 

Analisi

cum regnaret: proposizione narrativa con valore temporale, gerundio semplice, congiuntivo imperfetto

inter omnes: complemento partitivo

quo conciderunt: proposizione relativa introdotta dal pronome quo riferito a motum, avente nella proposizione relativa un valore causale

quod absumpsit: proposizione relativa introdotta dal pronome quod con valore di soggetto, riferito a incendium

inundationem fuisse: infinitiva oggettiva retta da dicunt; fuisse è infinito perfetto attivo, rapporto di anteriorità rispetto alla reggente;  in italiano tale costrutto viene tradotto come una soggettiva, ponendo il verbo dicunt della reggente in forma impersonale

stellam crinitam apparuisse: oggettiva con rapporto di anteriorità rispetto alla reggente; il verbo della reggente dicunt è presente indicativo, il verbo dell'oggettiva apparuisse è infinito perfetto attivo; in italiano la costruzione è la stessa dell’oggettiva precedente

in caelo complemento: di luogo

puerum genitum esse: oggettiva, rapporto di anteriorità rispetto alla reggente; dicunt è presente indicativo, genitum esse infinito perfetto passivo; in italiano il verbo viene espresso in forma impersonale

rebus adversis: complemento di causa efficiente

regnum fortunatum fuisse: oggettiva con rapporto di anteriorità rispetto alla reggente

subiectos: participio perfetto congiunto riferito a populos

cum aequitate et diligentia: complemento di modo

per legatos suos: complemento di mezzo

inter regulos: complemento di relazione

in Asia: stato in luogo

apud exteras gentes: moto a luogo figurato

eum habuisse singularem auctoritatem: soggettiva, infinito perfetto attivo, rapporto di anteriorità rispetto alla reggente espressa dall’espressione fama est

cum amavisset: proposizione narrativa, gerundio composto, piuccheperfetto congiuntivo con valore causale

iterantem: participio congiunto, accusativo singolare, riferito ad Antoninum pium, tempo presente

Antoninum ... dixisse: oggettiva, infinito perfetto attivo, con rapporto di anteriorità rispetto alla reggente espressa da tradunt, presente indicativo; in italiano si può tradurre con il verbo della reggente in forma impersonale e quindi come una proposizione soggettiva

se malle: oggettiva di secondo grado retta dall'oggettiva precedente: ha rispetto all'oggettiva che la regge un rapporto di  contemporaneità, mentre rispetto alla reggente che regge entrambe le oggettive un rapporto di anteriorità

quam ... occidere: proposizione oggettiva che esprime il secondo termine di paragone (oggettiva con valore comparativo)