Versione del libro La Lingua delle Radici 1

Un dono insperato e molto gradito

Pagina 115, versione 8 del libro La lingua delle radici 1.

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Animus meus insperato gaudio commotus est: Cornelius Balbus avunculus meus mihi donavit agrum paucorum iugerum. In eo sunt parvus hortus…

Traduzione Italiana

Il mio animo si emozionò per una gioia insperata: Cornelio Balbo, mio zio, mi donò un campo di pochi iugeri. In esso ci sono un piccolo orto, un frutteto, un vigneto, ed un piccolo prato. La terra è fertile, non si ribella mai (non rifiuta mai un ordine) ed offre largamente doni al contadino, che la coltiva. Inoltre non solo viene alimentato con l'attività l'ingegno, ma vengono alleviate le preoccupazioni e le pene. Pertanto io sono molto dilettato dalla vita rustica. Dopo che l'orto è stato irrigato e sono state colte nel frutteto le pere o le mele, mi riposo all'ombra di un ampio faggio oppure di un alto pioppo. Poi gioisco molto quando scorgo le gemme del ramo e nella vigna gli acini d'oro del grappolo; allora ringrazio gli dèi superbi, perché risposero ai miei voti.

 

Analisi

insperato gaudio: complemento di causa 

avunculus meus: complemento predicativo del soggetto + attributo

paucorum iugerum: genitivo di quantità

in eo: stato in luogo 

industria: ablativo di mezzo

postquam ... irrigatus est et .... collecta sunt: temporali coordinate

in umbra: stato in luogo

magna laetitia: ablativo dipendente da afficior

cum ... conspicio: temporale

in vinea: stato in luogo 

quia ...  responderunt: causale