Versione del libro Latinum Vertere

Acca Larentia

Traduzione della versione di latino dal libro "Latinum Vertere"

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Acca Larentia testamento ut in Antiatis historia scriptum est Romulum regem ut quidam autem alii tradiderunt populum Romanum bonis suis…

Traduzione Italiana

Acca Larentia con il suo testamento, come è stato scritto nella storia di Anziate, nominò erede dei suoi beni il popolo romano, o il re Romolo invece come hanno tramandato alcuni. Per questo merito dal flamine del Quirinale le si dedica un sacrificio pubblico e dal suo nome viene aggiunto un giorno ai Fasti. Ma Sabino Masurio nel primo libro dei Memoriali, seguendo alcuni scrittori di storia, disse che Acca Larentia fu la nutrice di Romolo. "Questa donna - disse - perse in mare, con la morte, uno dei suoi dodici figli. Romolo si offrì ad Acca come figlio al posto di quello e chiamò gli altri suoi figli "fratelli arvali". Da quel momento il numero del collegio degli Arvali rimase dodici, e il segno del suo sacerdozio sono una corona di spighe e bende bianche.