Versione del libro Latinum Vertere

Anco Marzio

Traduzione della versione di latino dal libro "Latinum Vertere"

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Mortuo Tullo res ut institutum iam inde ab initio erat ad patres redierat hique interregem nominaverant. Quo comitia habente Ancum…

Traduzione Italiana

Morto Tullo Ostilio, il potere era tornato ai senatori, come già dall'inizio era stato stabilito, ed essi avevano nominato un interre. Avendo questo convocato l'assemblea, il popolo elesse come re Anco Marzio; i senatori ratificarono. Anco Marzio era nipote del re Numa Pompilio, essendo nato dalla figlia. Quando egli iniziò a regnare, memore della gloria del nonno e poiché il regno precedente, egregio nelle altre cose, non era stato abbastanza efficiente in un settore, poiché i riti religiosi erano stati trascurati o praticati male, pensò che la prima cosa da fare era ristabilire le cerimonie pubbliche che erano state istituite da Numa, e ordinò al pontefice massimo di trascrivere tutte le prescrizioni cultuali del re su una tavoletta bianca da esporre in pubblico. Da qui tra i cittadini desiderosi di pace e le città vicine nacque la speranza che il re avrebbe seguito l'avo sia nel costume che nella politica.