Versione del libro Latinum Vertere

Cesare al Rubicone

Traduzione della versione di latino dal libro "Latinum Vertere"

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Ad Rubiconem flumen qui provinciae eius finis erat paulum constitit ac reputans quantum moliretur conversus ad proximos "Etiam nunc" inquit…

Traduzione Italiana

(Cesare) al fiume Rubicone, che era il confine della sua provincia, si fermò un po', e pensando a cosa si stesse tramando, rivolgendosi ai suoi (soldati) disse: "Anche adesso possiamo ritornare indietro; poiché se attraverseremo il ponticello, bisognerà fare tutto con le armi". A lui che temporeggiava, si presentò davanti questo fatto. All'improvviso apparve uno di straordinaria bellezza e grandezza, sedendo lì vicino, suonando il flauto; per ascoltarlo erano giunti oltre ai pastori anche molti soldati e tra questi anche trombettieri, e presa da uno la tromba, si gettò nel fiume e, emesso il suono con grande fiato, si diresse verso l'altra sponda. Allora Cesare disse: "Si va dove i segni degli dei e le ingiustizie dei nemici chiamano. Si getti il dado".