Versione del libro Latinum Vertere

Eroismo Romano

Traduzione della versione di latino dal libro "Latinum Vertere"

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Cum Hannibal Capuam in qua Romanus exercitus erat obsideret Vibius Accaeus Paelignae cohortis praefectus vexillum trans Punicum vallum proiecit se…

Traduzione Italiana

Mentre Annibale assediava Capua, in cui c'era l'esercito romano, Vibio Acceo, prefetto della coorte di Peligne, gettò il vessillo oltre il vallo punico, maledicendo se stesso e i suoi soldati, se i nemici se ne fossero impadroniti. Quando Valerio Flacco, tribuno della terza legione, si accorse di ciò, rivolgendosi ai suoi soldati disse: "Come vedo, siamo giunti fin qui come spettatori della virtù altrui, ma questo disonore non si addice al nostro sangue, il fatto che noi Romani vogliamo cedere la gloria ai Latini. Io di certo ho scelto una morte gloriosa o un esito pieno di coraggio, oppure sono preparato a procedere da solo". Udite queste parole il centurione Pedanio, tenendo nella mano destra l'insegna sradicata disse: "Questa sarà già con me nel vallo nemico: perciò mi seguano coloro che non vogliono che sia presa". E con questa irruppe nell'accampamento dei Cartaginesi e trascinò con sé tutta la legione.