Versione del libro Latinum Vertere

I Suessoni e i Bellovaci si arrendono

Traduzione della versione di latino dal libro "Latinum Vertere"

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Caesar obsidibus acceptis primis civitatis atque ipsius Galbae regis duobus filiis armisque omnibus ex oppido traditis in deditionem Suessones accepit…

Traduzione Italiana

Cesare, presi come ostaggi i cittadini maggiorenti e due figli dello stesso re Galba, portati via dalla città con tutte le armi, accettò la resa dei Suessoni e condusse l'esercito dai Bellovaci. Questi, avendo portato sé stessi e tutte le loro cose nella città di Bratuspantio, ed essendo Cesare con l'esercito a circa cinquemila passi da questa città, usciti dalla città tutti i maggiori per età, iniziarono a levare la mano verso Cesare e a dichiarare a gran voce di sottomettersi alla sua autorità e al suo potere e di non volgere le armi contro il popolo romano. Allo stesso modo, essendo entrato nella città e avendo qui posto l'accampamento, i fanciulli e le donne, tendendo le mani dalle mura, chiesero a loro modo la pace ai Romani.