Versione del libro Latinum Vertere

Il giudizio di Paride

Traduzione della versione di latino dal libro "Latinum Vertere"

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Iuppiter cum Thetis Peleo nuberet ad epulum dicitur omnes deos convocasse excepta Eride id est Discordia quae cum postea supervenisset…

Traduzione Italiana

Si dice che Giove, quando Teti sposò Peleo, abbia invitato al banchetto tutti gli dèi, esclusa Eris, cioè Discordia, la quale essendo giunta dopo, e non essendo stata accolta al banchetto, dalla porta lanciò al centro una mela, dicendo: "Donala alla più bella". Giunone, Venere e Minerva iniziarono a reclamare la loro bellezza, e sorto un grande litigio tra queste, Giove comandò a Mercurio di portarle sul monte Ida da Paride Alessandro, e di ordinargli di dare un giudizio. A questo Giunone, se avesse deciso in suo favore, promise che egli avrebbe regnato in tutte le terre; poi Minerva, se fosse risultata vincitrice, l'avrebbe reso il più forte dei mortali; e Venere promise di dargli in moglie Elena, figlia di Tindaro, la più bella di tutte le donne. Paride decise che Venere era la più bella.