Versione del libro Latinum Vertere

La reggia misteriosa

Traduzione della versione di latino dal libro "Latinum Vertere"

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Iam scies ab introitu primo dei cuiuspiam luculentum et amoenum videre te diversorium. Nam summa laquearia citro et ebore curiose…

Traduzione Italiana

Già fin dall'ingresso noti che si tratta dell'abitazione splendida e lieta di un qualche dio. Infatti colonne d'oro reggono gli alti soffitti di cedro e d'avorio lavorati finemente; tutte le pareti sono ricoperte da bassorilievi d'argento con animali di ogni tipo, e bestie nell'atto di correre da chi entra. Sicuramente un uomo mirabile, oppure un semidio, o addirittura un dio, ha potuto scolpire nell'argento animali come quelli, con la finezza della grande arte. In vero infatti i pavimenti dello stesso marmo prezioso scolpito si dividono in pitture di diversi generi. Di nuovo, molto e più spesso beati coloro che camminano sulle gemme e sui monili. Le altre parti della casa, di valore inestimabile, disposte per lungo e per largo, hanno pareti d'oro compatto, luccicano e rifulgono di un loro splendore affinché la dimora faccia essa stessa giorno anche quando non vuole il sole: allo stesso modo stanze, portici, e persino i battenti delle porte splendono. Tutti gli altri oggetti rispondono allo splendore della casa, tanto che veramente quel palazzo celeste sembra essere stato costruito dal grande Giove per i suoi incontri coi mortali. Psiche, attirata dal diletto di tali luoghi, si avvicinò e un po' più coraggiosa entrò nella casa dove vede depositi realizzati con straordinaria arte e stracolmi di grandi ricchezze. Non vi è nulla che non ci sia lì. Ma oltre all'altra meraviglia per così tante ricchezze era soprattutto meraviglioso il fatto che in quel posto quel tesoro di tutta la regione non era tutelato da nessuna protezione, da nessun chiavistello, da nessun custode.