Versione del libro Latinum Vertere

La ricchezza non dà tranquillità

Traduzione della versione di latino dal libro "Latinum Vertere"

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Transeamus ad patrimonia maximam humanarum aerumnarum materiam. Nam si omnia alia quibus angimur compares mortes aegrotationes metus desideria dolorum laborumque…

Traduzione Italiana

Passiamo ai patrimoni, causa maggiore delle preoccupazioni umane. Infatti, se confronti tutti le altre cose per cui ci angosciamo, morti, malattie, paure, rimpianti, sopportazione di dolori e fatiche, con quei mali che ci porta il nostro denaro, questa parte opprimerà di più. Così bisogna pensare quanto sia più lieve il dolore di non avere rispetto al perdere, e capiremo che la povertà ha meno causa di tormenti, sia meno causa di danni. Sbagli infatti se pensi che i ricchi sopportino le perdite con animo più saldo: il dolore di una ferita è uguale nei corpi più grandi e in quelli più piccoli. Bione disse elegantemente che farsi strappare i capelli non è meno doloroso per i calvi rispetto ai chiomati. La stessa cosa è opportuno che tu pensi sui poveri e sui ricchi, la sofferenza è uguale per loro: infatti a entrambi è attaccato il denaro che posseggono, e non può essere strappato senza dolore. Ma è più tollerabile, come ho detto, e più facile, non acquistare che perdere, e perciò vedrai più felici coloro che mai la fortuna ha guardato rispetto a quelli che ha abbandonato.