Versione del libro Latinum Vertere

L'accecamento di Polifemo

Traduzione della versione di latino dal libro "Latinum Vertere"

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Polyphemus cyclops Neptuni filius qui media fronte unum oculum habebat et carnem humanam edebat Ulixem cum sociis in spelonca inclusit.…

Traduzione Italiana

Il ciclope Polifemo, figlio di Nettuno, che aveva in mezzo alla fronte un occhio e mangiava carne umana, chiuse nella caverna Ulisse con i compagni. Ulisse allora ubriacò il ciclope con il vino e disse: "Il mio nome è Nessuno"; dopo lo accecò. Così, mentre Ulisse e i compagni bruciavano con un tronco ardente l'occhio di Polifemo, quello, con il suo grido chiamò gli altri ciclopi e disse: "Nessuno mi acceca!". Quelli risposero: Se nessuno ti acceca, solo Giove ti può salvare". Così abbandonarono Polifemo. E Ulisse legò i suoi compagni alle pecore e egli stesso ad un ariete: così Ulisse liberò sé stesso e i compagni.