Versione del libro Latinum Vertere

L'acropoli, sede degli dei

Traduzione della versione di latino dal libro "Latinum Vertere"

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Scimus Periclem maxime pium fuisse et deos semper coluisse. Itaque cum Persae victi essent diis maximas gratias agere statuit. Erat…

Traduzione Italiana

Sappiamo che Pericle fosse pio e venerasse sempre gli dei. Così, essendo stati sconfitti i Persiani, stabilì di rendere immensamente grazie agli dei. Nella città c'era un colle in cui sopravvivevano gli antichi resti della rocca. Pericle sapeva che quel colle fosse molto gradito, principalmente da Minerva, figlia di Giove. Infatti gli Ateniesi pensavano che Minerva, tra tutte le città, amasse e onorasse Atene. In questo colle dunque furono costruiti bellissimi templi, su consiglio di Fidia, e, quando l'opera fu terminata, fu un meraviglioso spettacolo per gli Ateniesi. Non lontano dal largo e alto vestibolo, si vedeva un piccolo e preziosissimo tempio della Vittoria. Dopo il vestibolo iniziava la via Sacra, che conduceva al Partenone. Questo era il tempio di Minerva, fatto di marmo, circondato da moltissime colonne, adornato da un famosissimo affresco e da meravigliose statue. Tutti sanno che Fidia fu l'abilissimo artefice di ogni cosa.