Versione del libro Latinum Vertere

Le Fatiche di Ercole

Traduzione della versione di latino dal libro "Latinum Vertere"

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Hercules Iovis et Alcmenae filius iam infans dracones duos duabus manibus necavit necavitque leonem Nemeum ac pellem pro tegumento habuit.…

Traduzione Italiana

Ercole, figlio di Giove e Alcmena, già da neonato uccise con le due mani due serpenti, poi uccise il leone Nemeo e usò la pelle come indumento. Uccise l'Idra di Lerna, la figlia con nove teste di Tifone, di fronte alla fonte Lernea. Uccise il cinghiale Erimantio. Condusse vivo, al cospetto del re Euristeo, un cervo feroce dalle corna d'oro, in Arcadia. Uccise gli uccelli Stinfalidi nell'isola, con le frecce di Marte. Condusse dall'isola di Creta a Micene un toro; insieme al servo Abredo, uccise Diomede, re della Tracia e i suoi quattro cavalli. Donò la prigioniera Antiopa a Teseo. Uccise con un dardo Gerione, trimembre figlio di Crisaore, e uccise il mostruoso Serpente figlio di Tifone. Condusse al cospetto del re degli Inferi il cane Cerbero, figlio di Tifone.