Versione del libro Latinum Vertere

Scipione Emiliano

Traduzione della versione di latino dal libro "Latinum Vertere"

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Huius apud omnes ingens metus et reventia erat. Nam et paratissimus ad dimicandum et consultissimus habebatur. Itaque per eum multa…

Traduzione Italiana

Verso di lui in tutti vi era grande timore e reverenza. Infatti era ritenuto sia molto preparato a combattere sia molto assennato. Così attraverso lui molte gesta furono compiute dai consoli. Dunque, essendo famoso il nome di Scipione, fu eletto console ancora giovane e fu mandato contro Cartagine. Egli la occupò e la distrusse. Qui, trovate le spoglie che Cartagine aveva raccolto con le rovine di varie città, restituì ai cittadini della Sicilia, d'Italia e d'Africa gli ornamenti delle città che li riconoscevano come propri. Così Cartagine, nel settecentesimo anno dalla fondazione di Roma, fu distrutta. Scipione meritò il nome che aveva ereditano dal suo avo, cioè di essere chiamato anche egli stesso Africano, minore, grazie al valore.