Versione del libro Latinum Vertere

Vittorie di Augusto

Traduzione della versione di latino dal libro "Latinum Vertere"

Di questo libro trovi tutte le versioni tradotte e le analisi svolte!

Testo Originale Latino

Nullo tempore ante eum magis Romana res floruit. Nam exceptis civilibus bellis in quibus invictus fuit Romano adiecit imperio Aegyptum…

Traduzione Italiana

Mai prima di lui lo Stato romano fu più fiorente. Infatti, escluse le guerre civili nelle quali fu invincibile, aggiunse all’impero romano l’Egitto, la Cantabria, la Dalmazia spesso sconfitta in precedenza, ma allora sottomessa completamente, la Pannonia, l’Aquitania, l’Illirico, la Rezia, i Vindelici e i Salassi sulle Alpi, tutte le città marittime del Ponto, tra queste le nobilissime Bosforo e Panticapeo. Vinse poi in molte battaglie i Daci. Sbaragliò le grandissime truppe dei Germani, respinse anche questi al di là del fiume Elba, che si trova in territorio germanico molto al di là del Reno. Condusse tuttavia questa guerra per mezzo del suo figliastro Druso, come per mezzo di Tiberio, l’altro figliastro, (condusse) la guerra pannonica nella quale portò dalla Germania 40.000 prigionieri e li stanziò in Gallia sulla riva del Reno. Ricevette l’Armenia dai Parti. I Persiani gli diedero ostaggi, cosa che (non era mai successa) a nessuno prima. Restituirono anche le insegne romane che avevano portato via a Crasso dopo averlo vinto.