Versione del libro Libro Corso di Lingua Latina

Il regno di Tarquinio il Superbo

Traduzione della versione di latino dal libro "Libro Corso di Lingua Latina"

Testo Originale Latino

A L. Tarquinio Superbo septimo atque ultimo regum volsci quae gens ad campaniam venientibus non longe ab urbe est victi…

Traduzione Italiana

Lucio Tarquinio il Superbo, settimo e ultimo dei re, sconfisse i Volsci, sottomise la città di Gabii e Pomezia, quando fece la pace con gli Etruschi e fece costruire il tempio in Campidoglio. In seguito, mentre attaccava Ardea, perse il potere. Infatti, poiché il figlio, anch’egli di nome Tarquinio, aveva violentato la moglie di Collatino, Lucrezia, donna illustre e casta, Lucrezia svelò l’oltraggio al marito, al padre e agli amici e sotto gli occhi (lett. alla vista) di tutti si uccise. E così, Bruto, padre di Tarquinio, infiammò il popolo e sottrasse il potere a Tiberio. Poi, poiché era stata diffusa la notizia del misfatto, anche l’esercito abbandonò Tarquinio, il quale attaccava la città di Ardea insieme al re. Quando il re giunse nella città (di Roma) poiché le porte erano chiuse, fu chiuso fuori (=non fu lasciato entrare) e, dopo aver comandato per 24 anni, andò in esilio con la moglie e i suoi figli.